Madeleines

232

Alla ricerca della ricetta perduta

Non scomoderò Proust per parlare delle madeleines. Di certo non perchè non mi piaccia “A la recherche du temps perdu”, tutt’altro! Ma solo perchè nella mia ricerca -appunto- della ricetta perfetta, in ogni blog, sito o qualsivoglia angolo del web mi sono imbattuta nella stessa prefazione, con tanto di testo del passaggio che ha reso le madeleines così famose nell’immaginario collettivo. Se il buon vecchio Marcel le avesse prodotte e brevettate, sarebbe diventato sicuramente miliardario! Al di là di queste prosaiche considerazioni, voglio salutare l’autunno e le prime giornate freddine con queste piccole delizie profumate ed un omaggio ai colori crepuscolari di questa stagione da me tanto amata ed appena finita.

Questa mia ricetta è stata pubblicata sul CorrieredellaSera.it, nel blog Cake della rubrica Cucina ( per leggere l’articolo clicca QUI ) e ne sono molto orgogliosa!

Autunno e madeleines… Voilà!

231

244

 

238

 

 

Madeleines

Di 22 dicembre, 2014

  • Tempo di preparazione : 30minuti
  • Tempo di cottura : 12/15minuti
  • Resa : 30-35 pezzi
Valori Nutritivi : Calorie: 40,6; Carboidrati: 5,7; Grassi: 1,7; Proteine: 0,85; Porzione: 12 gr;

Ingredienti

Istruzioni

Predisporre la farina setacciata ed un cucchiaino abbondante di lievito. In una ciotola lavorare le uova con lo zucchero e gli aromi ( vaniglia e zest di arancia) mescolando a media velocità, con le fruste elettriche o in planetaria, senza montare troppo: il composto deve risultare soffice ma non incorporare troppa aria. Aggiungere la mescola di farina un po' alla volta con una spatola. Scaldare a bassa temperatura latte e burro in un pentolino, giusto il tempo necessario per far sciogliere il burro; appena sciolto, unire a filo al composto, mescolando fino al completo inglobamento. Coprire la ciotola con una pellicola per alimenti e mettere a riposare in frigo per un'ora. Trascorso questo intervallo, scaldare il forno a 220°. Nel frattempo, ungere di burro l'apposito stampo per madeleines e, con l'aiuto di un cucchiaio o di un sac à poche, riempire ogni formina non oltre la metà (attenzione, in cottura raddoppierà di volume e rischia di debordare!). Occorre prestare molta attenzione anche alla modalità di cottura: infornare per 5' (non uno di più!) a 220°, poi abbassare a 180° per ulteriori 7-8' senza mai aprire il forno (pena lo "sgonfiamento" delle tipiche cupolette!), basterà guardare che abbiano assunto un bel colore dorato. Sfornare ed attendere che si raffreddino un po' prima di toglierle dallo stampo.